Translate

sabato 31 agosto 2013

Come illuminare al meglio un soggiorno


Come posso illuminare il soggiorno della mia casa? Una domanda piuttosto frequente per un arredatore o per chi vende lampadari.
Il soggiorno di casa costituisce senza alcun dubbio, tra i vari ambienti del complesso domestico, quello maggiormente difficile per quanto concerne la progettazione in quanto risponde ad un maggior numero di funzioni.



In generale il soggiorno è il luogo ideale in cui ci si distende, si guardano i propri programmi televisivi preferiti, si accolgono gli eventuali ospiti, talvolta si mangia, che sia per pranzo, cena o per un semplice spuntino. Proprio per questa ragione vanno vagliate per illuminare un soggiorno le molteplici zone, una per volta, affinché vengano poi predisposte nella maniera più appropriata le varie tipologie di luci: luci dirette, indirette, diffuse.Qualora l’ arredamento di casa ne dia l’opportunità, una soluzione decisamente perfetta per illuminare un soggiorno potrebbe essere quella di collocare a soffitto una quantità modificabile di proiettori, probabilmente a carattere orientabile, e girevoli su un binario o invece incamerare le luci che in seguito possono essere accese a settori.

Nell’area dove sono disposti i divani e le poltrone è appropriato sistemare una piantana o altrimenti una luce sulla parete a ridosso dei divani (fatta pervenire in direzione del soffitto) e questo al fine di non infastidire eccessivamente la vista mentre si guarda lo schermo della tv.
Invece, se nel soggiorno volessimo illuminare quadri, potremmo utilizzare lampade spot installate a parete, vicino alla parte superiore del quadro oppure al soffitto. Possiamo procedere anche a l’illuminazione delle mensole che vi sono nel soggiorno, prendendo il via dalla parte superiore, per mezzo di una successione di faretti disposti a debita distanza tra essi. Tali faretti possono essere montati presso la parete o incamerati in uno scaffale più alto.
L’ impiego di applique e di diverse luci a parete deve essere determinata con speciale considerazione per illuminare un soggiorno dato che è un’opzione in un certo senso vincolante: di fatto, è necessario in questo caso far pervenire l’impianto di illuminazione in punti precisi e prefissati ed ad una determinata altezza e questo potrebbe successivamente limitare probabili future variazioni dell’arredamento del soggiorno.


E come posso illuminare nel soggiorno un eventuale zona pranzo?
La zona pranzo del soggiorno è quella che ha bisogno di un’illuminazione diretta ed omogeneamente distribuita che deve giungere da luci agganciate al soffitto. Le luci devono “scendere” sul tavolo sino ad un’altezza di circa 120 cm dal tavolo. In questo modo lo spazio pranzo del soggiorno è adeguatamente illuminato e consente una ottima vista di tutti coloro che sono presenti a tavola.


Dove acquistare :

 

Nessun commento:

Posta un commento